Mi sono resa conto che finora questo blog ha avuto un taglio prettamente femminile, in realtà il tema del Vero Amore non penso che interessi solo le donne, anche gli uomini sono interessati a trovare l’amore, solo che lo sono e lo manifestano in modo diverso. Forse finora li ho trascurati perché donna, in quanto credo mi venga più naturale rivolgermi alle donne perché mi sento biologicamente più vicina a loro. E soprattutto perché in molte situazioni ci sono passata io per prima. Ecco, è questa la differenza tra me e altri, tantissimi, siti che parlano di psicologia e problematiche amorose e relazionali. Che lo fanno da un punto di vista prettamente professionale, riportando studi e paroloni, ma non esperienza diretta. Al che spesso la domanda sorge spontanea: sì, tutto molto bello ciò che dici, in teoria le cose sono così e dovrebbero andare cosà, ma poi, in pratica, siamo sicuri che funzioni? Ecco, perché sappiamo bene quanto ce ne passa a volte dalla teoria alla pratica. Oppure viceversa. Alle volte troviamo siti che danno consigli, e dicono “a me ha funzionato” ma non sanno bene spiegarvi il perché funzioni, non hanno una vera autorità in merito, a parte la loro personale esperienza, ma chi vi dice che a loro non abbia funzionato per caso? Oppure chi può assicurarvi che una determinata tecnica/atteggiamento sia valido solo per un determinato tipo di persone, un certo target e non per tutti? Ecco, sul mio sito si coniuga la mia preparazione, la mia competenza come psicologa, applicata alla pratica; sì perché io le teorie che ho studiato sui libri poi le ho messe in pratica proprio su me stessa, e vi posso assicurare – grazie ai risultati che ho raggiunto – che hanno funzionato!

Ma questo lo vedremo pian piano in seguito, ho intenzione di aprire una vera e propria sezione dedicata alla psicologia. Ora torniamo all’argomento: “Gli uomini e l’Amore”.

Come dicevo, anche gli uomini cercano l’amore ma lo dicono meno, sempre per le stesse motivazioni culturali di cui ho già accennato in questi articoli, eppure ci rendiamo conto, credo almeno una volta sia successo anche a voi, degli amici che spariscono appena sono fidanzati: prima erano sempre in giro in qualsiasi pub, discoteca, locale, e ora… il nulla! Per trovarli devi fare richiesta in carta bollata al presidente (anzi, probabilmente fai prima a farti ricevere dal Presidente o dal Papa in persona). E per ciò che ho notato io, l’uomo tende a eclissarsi persino più delle donne. Ora questo non deve stupirci (anche se il sentire comune suggerirebbe diversamente) perché se ci pensate, molte donne sono talmente ossessionate dal “sistemarsi” che finiscono per amare il primo che capita o per innamorarsi davvero tutte le volte; ogni santa volta che incontrano uno – BOOM! – quello è l’amore della vita e partono in quarta! E via così, continuano ad innamorarsi sempre, da una storia sbagliata all’altra. Oppure, rovescio della stessa medaglia, abbiamo quelle che si fanno andare bene il primo che capita pur sapendo già che non solo non è quello giusto, ma che non gli piace neppure più di tanto, e allora si dicono (o le altre amiche e parenti dicono loro): “Dai, non essere sempre così esigente!”

Ma sto di nuovo tergiversando e parlando delle donne, dicevo, gli uomini non avendo questa ansia (se mai loro hanno quella da prestazione, che però è un altro discorso 😉 ) non si devono autoconvincere che quella appena conosciuta sia la persona giusta a tutti i costi, né farsi trascinare con impeto dalla prima donna attraente/seducente/supersexy che incontrano, né adeguarsi, accontentarsi facendosi andare bene una che non gli piace poi neanche tanto. Oh, intendiamoci, anche fra di loro c’è qualcuno che lo fa, però in generale di meno. Per questo che poi si tende a giudicare questa loro tendenza a non innamorarsi, a non struggersi continuamente d’amore, come freddezza, disinteresse per l’amore, in realtà è esattamente l’atteggiamento mentale giusto per trovarlo! Non è un caso che quando lo trovano, perdono più la testa loro delle donne! Proprio perché non si innamorano di chiunque, ma quando lo fanno, lo fanno per davvero.

Sembrerebbe un discorso da luoghi comuni, ma in realtà come dicevo ha un fondamento culturale, la non ossessività, il fare le cose con calma, lucidamente, e rimanendo obiettivi (perché l’ansia e il desiderio smodato offuscano la mente) non è un qualcosa di genetico, non è affatto inscritto nel loro DNA, come qualcuno potrebbe pensare, e non è assolutamente ciò che il mio articolo vuole suggerire, al contrario, è il modo in cui sono stati educati che conta! Per un uomo, il loro valore non dipende dall’essere sposati, avere una famiglia, trovare una moglie/compagna, loro sanno di valere anche senza, hanno altre soddisfazioni, altre aspirazioni, altre fonti – come il lavoro – che li possono fare sentire comunque appagati. Intendiamoci, anche buona parte delle donne, al giorno d’oggi, ha altre aspirazioni, ma purtroppo il retaggio culturale che vuole la donna angelo del focolare è ancora forte e questo influenza moltissimo il pensare ed agire comune! Per gli uomini, al contrario, non è che l’amore non sia importante, ma è una cosa in più: se c’è meglio, ma se non c’è valgo lo stesso, non sono un fallito!

E di qui le conseguenze nel loro modo di comportarsi: loro non partono subito in fantasie smodate, voli pindarici sul futuro insieme, su come si vedrebbero bene con la casetta coi bambini o al 95 anniversario di matrimonio, dopo solo dieci minuti che vi hanno conosciute! Prima almeno aspettano di conoscervi.

Ma la cultura influenza anche in modo negativo il loro comportamento, ovvero non parlano dei loro turbamenti amorosi perché svilisce la loro virilità, l’amore è una roba da donnette, ma sotto sotto so che ci pensano anche loro. Avendo molti amici e conoscenti maschi e una personalità non giudicante, è facile che gli uomini si abbandonino a me in confidenze, si sentano pronti a lasciarsi andare, a parlarmi col cuore in mano, aperto, senza maschere, esprimendo i loro reali sentimenti. Mi confidano che con gli altri uomini non ne parlano ma con me sì. Ho visto un sacco di uomini piangere la mio cospetto, anche per amore. Mi ricordo un curioso aneddoto: un giorno un amico, in pubblico, mi disse: “L’amore non conta, l’amicizia sì, un amico è l’unica cosa su cui puoi contare, l’amore passa e se ne va, non vale niente!” Qualche tempo dopo, parlavamo soli io e lui e mi confidò: “Sì, va be’, ho detto così perché lo dovevo dire.” “Dovevi?” “Eh, certo, devo mantenere un tono, ma è ovvio che l’amore conta, è la cosa più importante, io sto cercando una persona, spero che arrivi presto, ma finché non arriva, pazienza…”

Vedete? Emergono due insegnamenti da questa storia:

1. gli uomini mentono riguardo all’amore (come le donne, d’altronde): fanno finta che non gli importi, ostentano durezza e menefreghismo, snobbano gli amici romanticoni, ma anche loro, come le donne, sono interessati a innamorarsi e avere una storia d’amore duratura.

2. gli uomini hanno l’atteggiamento mentale giusto: “Non struggiamoci se non arriva, prima o poi arriverà!” Non vedono la ricerca di un partner come un’ossessione, una questione di vita o di morte.

Appurato che l’amore interessa e riguarda anche gli uomini, i problemi amorosi per uomini e donne sono generalmente diversi, non mi riferisco solo ai problemi del corteggiamento. Ovviamente il problema dell’approccio con l’altro sesso è prettamente maschile, in quanto grava su di loro l’incombenza di dover fare il primo passo. Questo ha delle conseguenze non da poco nelle relazioni e nei rapporti uomo-donna. Sì perché quest’ansia da rifiuto dell’approccio (se non si è particolarmente belli o sexy) è abbastanza comune a tutti gli uomini e ciò li porta ad usare dei trucchetti, degli escamotage per non subire l’imbarazzo del rifiuto. Unito al fatto che per gli uomini è anche più difficile avere dei rapporti sessuali senza impegno, per puro divertimento (non pagando), ecco che il loro comportamento da stronzi risulta piuttosto comprensibile: lusingare, intortare una donna rimane uno dei pochi modi per cuccare, per portare il colpo a segno! Per come la vedo io, se i rapporti fossero un po’ più liberi, tutto questo non sarebbe necessario. Se le donne fossero a loro volta più libere di fare sesso (senza venir per questo giudicate!) quando vogliono solo quello e null’altro, ecco che si giocherebbe ad armi pari, o almeno con più sincerità, senza sotterfugi da nessuna parte (perché dal lato opposto ci sono anche quelle che fingono di volere solo sesso e poi non si accontentano e mirano ad altro, a una relazione vera, e usano il sesso solo come specchietto per le allodole, anche se poi quelle a rimanere intrappolate finiscono per essere loro). Sì perché cosa speri di ottenere se parti già col piede sbagliato? Parti già con l’inganno: vuoi una cosa e fingi di volerne un’altra. Non è su queste basi che si fonda un rapporto VERO e maturo (e duraturo!).

Ma il problema più gettonato per gli uomini, è il sesso all’interno della coppia. Ossia, la mancanza dei rapporti sessuali e della sessualità in generale nella coppia sposata o convivente da lungo tempo. Per come la vedo io, la causa principale della mancanza di sesso, è la discrepanza di valori tra uomini e donne, che spinge le donne ad abnegare la loro sessualità e a concentrarsi sul altri valori, come la maternità. Quando il fine ultimo di una donna è sistemarsi, crearsi una famiglia con dei figli, una volta raggiunto l’obiettivo, questo tipo di donna perderà l’interesse per il sesso, visto che il suo scopo ormai è stato raggiunto. Non solo, ma se si pensa che una donna che ha questi valori tenderà a sposarsi col “bravo ragazzo” perché più affidabile, stabile, premuroso, ma che spesso non solletica affatto le loro fantasie sessuali e non è certo l’uomo più sexy per loro (attenzione! Ho detto sexy, non bello, c’è un’enorme differenza trai due: per essere sessualmente molto attraenti non occorre essere belli, è una cosa diversa), ecco che la frittata è fatta! Raggiunto il numero di figli desiderato – PUFF! – i rapporti sessuali scompariranno in un baleno!

Il secondo motivo più importante che causa la fine o l’assenza dei rapporti sessuali, è la fine dell’amore. Semplicemente. Alle volte ci si arrovella a trovare motivazioni, scuse, capire di chi è la colpa, in cosa abbiamo mancato. Non è colpa di nessuno! Non abbiamo sbagliato in nulla! L’amore finisce e basta! Non serve fare i gentili, scriverle poesie e lettere d’amore, regalarle rose, prepararle la vasca da bagno coi profumi orientali. La cosa più coraggiosa (esattamente come nel caso delle donne che si ostinano a voler conquistare un uomo che non le caga – perdonate il francesismo!) è LASCIAR PERDERE! Non c’è modo di riconquistare una donna che non vi ama più. Ma non disperate! Ci sono invece dei modi per andare avanti, per rifarvi una vita, per essere felici, anziché rimanere incastrati in catene, ovvero in una relazione disfunzionale che invece di appagarvi causa solo problemi, insoddisfazioni e infelicità.

Questo era solo un articolo introduttivo, il sesso, per la su vastità, merita un articolo – o probabilmente anche più di uno – a sé. Il succo è che spesso uomini e donne cercano la stessa cosa, ma lo fanno in maniera diversa, e sarebbe una buona cosa prendere il meglio dell’uno e dell’altro, o vedere appunto come cambiano gli approcci all’amore condizionati dalla cultura e far fruttare questa consapevolezza a nostro giovamento. Bisognerebbe un po’ imparare dagli uomini in questo caso, ad avere un approccio più sincero all’Amore, e non aver paura invece di lasciarsi andare anche al divertimento puro quando si vuole solo quello.

 

Cosa ne pensate di questo articolo? Dubbi? Riflessioni? Argomenti che vorreste approfondire? So di essere stata un po’ generica, ma d’altronde dovevo pur introdurre l’argomento; piano piano sviscereremo i vari argomenti più nel dettaglio e in pratica. ^_^

E non c’è sesso senza amore, recita quella canzone di Antonello Venditti (“Ricordati di Me”)

Come direbbero le Iene: “questa è una grande, gigantesca, strepitosa cazzata!”

Il sesso senza amore c’è eccome! È vero che nello scorso articolo ho parlato di come il sesso sia il connubio perfetto del vero amore, la sua manifestazione fisica. Ma non sempre. Il sesso può essere solo del semplice e puro appagamento fisico. Il sesso senza sentimento esiste eccome! E qui voglio mettere in guardia le fanciulle indifese, tutte quelle Biancaneve mancate: no, non si innamorerà di voi, né si sentirà legato a voi solo per il fatto che gliel’avete data! C’è sesso senza amore, eccome! Quindi non iniziare a supporre che fra voi si sia instaurato un legame speciale solo perché avete fatto del sesso fantastico! È stato bello, vi siete divertiti, punto.

Ma…

Non c’è Amore senza sesso.

Questa sì che è vera!

Perché se è vero che il sesso può essere puro piacere fisico, pura esperienza corporea, senza alcun legame con il cuore, è altrettanto vero che l’Amore (badate bene, il Vero Amore, con la A maiuscola) non può essere tale se non c’è il sesso. Se una persona dice di amarvi ma non vuole avere rapporti con voi, be’… NON VI AMA! C’è poco da girarci intorno. O meglio, non vi Ama Davvero. Al massimo può provare per voi stima, affetto, un amore fraterno insomma, che è un’altra cosa, non ciò di cui parlo io nel mio blog.

So che questo è un punto dolente, il tallone d’Achille di molte coppie consolidate. Si pensa che sia normale per le coppie che stanno insieme da anni che la passione piano piano si smorzi fino quasi a scomparire, “è naturale”, dice il pensiero comune. Il mio blog nasce proprio per sfatare questo mito: NON È VERO!

Magari non sta mentendo, il vostro partner CREDE davvero di amarvi, perché, come dicevo, prova sincera stima/affetto/rispetto ecc… Ma tutte queste cose non sono Amore, non a caso si possono provare tali sentimenti anche per amici, parenti. La verità è che magari vi vuole bene, ci tiene a voi, ma non vi Ama! Lo so che mi ripeto, ma a costo di risultare noiosa preferisco essere chiara e che la cosa vi entri in testa: smettetela di illudervi e di trovare scuse! Se il vostro partner non vuole più fare l’amore con voi, non è più innamorato! Certo, ok, potrebbero esserci dei problemi fisici (anorgasmia, malattie dolorose croniche, depressione …) , ma questi sono LA MINORANZA! Purtroppo i medici e gli psicologi alimentano queste scuse: se davvero c’è un problema serio, di tipo fisico, lo si sa benissimo! Sai se sei impotente, sai se hai subito un’operazione invasiva che ti ha lasciato complicanze fisiche; se invece non ti si drizza mai con tua moglie ma con i porno sì, non te lo devo dire io che fisicamente il tuo coso non ha nulla che non va, ma il problema è a livello psicologico, ci sono evidentemente dei blocchi (e non c’entra il fatto che lei non sia una strafiga, il desiderio sessuale è qualcosa di ben diverso dalla pura attrazione fisica).

Insomma, io parlo di quei casi in cui a livello fisico è tutto ok e, ripeto, SONO LA MAGGIORANZA! Perché lo asserisco con tutta questa certezza e ci tengo a ribadirlo? Perché fin troppo spesso noto che molte coppie si trincerano dietro a queste scuse pur di non affrontare il problema ed ammettere la dura&cruda realtà: l’amore è finito! (L’amore con la a minuscola, non il Vero Amore di cui parlo io, ma questo è un altro argomento che affronterò piano piano in vari articoli) Succede. E prima lo si ammette, meglio è, perché prima si ricomincia a vivere!

Perché dico che non c’è amore senza sesso? Semplice, perché come ho già spiegato in questo articolo, il sesso non è altro che la dimostrazione fisica, corporea, di un sentimento spirituale. Se provi quel sentimento, se Ami una persona, vorrai dimostrarglielo, senti il bisogno di donargli il tuo amore, e l’unico modo che abbiamo  per trasmettere un sentimento, per tradurre quel sentimento in azione è il nostro corpo. Il corpo è il mezzo attraverso cui ci esprimiamo. Esprimiamo rabbia, dolore ed esprimiamo amore. Amore in tutte le sue forme. Se vogliamo esprimere un amore fraterno, un affetto, lo esprimiamo attraverso le carezze, i baci; l’unico modo per esprimere in modo totale (a livello fisico) l’Amore Vero è facendo l’Amore. C’è un motivo se si chiama fare l’amore e non fare l’affetto!

Non è propriamente un caso se, oltre al sesso, in certe coppie scarseggiano anche i baci e le carezze. Quando non c’è sotto un sentimento che necessita di essere manifestato, queste cose vengono a noia, danno quasi fastidio. Per forza, come si fa a manifestare qualcosa che non si prova? È una violenza, un enorme fastidio. (A meno di non essere dei manipolatori o bugiardi patologici od opportunisti che stanno col partner per altri motivi, ma qui io parlo di persone normali) Se è già un fastidio manifestare affetto non provato, figurarsi fare l’amore con qualcuno che non si ama! È ovvio che è la prima cosa che salta! Poi si adducono le più banali scuse e scemate alimentate dal senso comune, fortemente influenzato dalla nostra cultura, secondo cui le donne sono asessuate, a loro non piace fare sesso, dopo un po’ è normale non provare più desiderio… E stupidaggini andando. Bugie e scuse, scuse e bugie.

Se non c’è sesso, non c’è più Amore.

E tu cosa ne pensi? Sei d’accordo, qual è la tua esperienza? Pensi che esageri? Se vuoi che continui a parlare di questo argomento e lo approfondisca, o hai dei dubbi scrivimelo nei commenti!

Sì, ho deciso di partire subito in quarta. Dopo il primo articolo di qualche giorno fa dove abbiamo accennato alla differenza tra romance e amore maturo, voglio entrare subito nel vivo del Vero Amore e non perdermi in ciance. E voglio affrontare subito un argomento scottante ma che interessa tutti.

Il sesso è quel classico tabù, quella cosa di cui nessuno parla ma a cui tutti pensano, oppure di cui tutti parlano ma mentendo spudoratamente, parlando solo per stereotipi, luoghi comuni, o dicendo – soprattutto nel caso delle donne – ciò che non è sconveniente. Ecco, già emerge questo doppio modello sessuale (e sessista!) che ha fatto e continua a fare tanti di quei danni che neanche Attila: gli uomini devono ostentare (anche a sproposito) il loro interesse per il sesso, le donne il loro totale disinteresse, anzi quasi aggiungendo un pizzico di fastidio e disgusto, molto ben accetto. Io sono una donna, ma me ne frego! Probabilmente grazie all’educazione ricevuta dai miei genitori hippy, non ho mai avuto alcun tabù riguardo al sesso… e GIUSTAMENTE, aggiungo! Perché si dovrebbe disprezzare una cosa bella, piacevole che non fa del male a nessuno (ovviamente se è consensuale da entrambe le parti), ma anzi è massima espressione dell’Amore e lo cementifica? Non si capisce perché parlare di guerra, e mostrare scene di violenza e aggressività verbale e/o fisica ai bambini, è concesso mentre parlare di sesso è altamente sconveniente e diseducativo. Insegnare ai bambini l’aggressività e la sopraffazione invece è educativo? Parrebbe di sì, o quantomeno non così “demoniaco” come educarli a una sessualità consapevole. Bah, misteri della nostra cultura.

Comunque, in una cultura del genere, che accetta la guerra (anche se non ufficialmente, ma gli fa un occhiolino di sottecchi) e disprezza l’amore in alcune sue forme (in quelle più carnali, per la precisione), non ci si può stupire che ci sia un’enorme confusione su cosa sia l’Amore Vero. Perché? Che c’entra tutta questa pappardella col Vero Amore? Perché il sesso è una parte di esso. Vi avviso: se siete dei bigotti o avete una concezione platonica dell’amore, be’ potete tranquillamente girare al largo dal mio sito. Non so cosa state cercando e perché siete qui, ma quello che volete voi non è Amore Vero, è altra roba che non so cosa sia e nemmeno mi interessa. Qui si parla di Amore 100%. L’Amore fisico, spirituale e mentale. Quello che ti prende Cuore, Anima e Corpo! E come si manifesta l’Amore fisico? Con il corpo ovviamente. E attraverso il Sesso, massima espressione di congiunzione e unione di due corpi, la fusione l’uno nell’altra, l’appartenersi, il sentirsi, il riceversi e il darsi, in continuo e reciproco scambio di energie, di sentimenti e di umori. Non so, se queste vi paiono cose brutte non so proprio che dirvi, forse avete una visione un po’ distorta della vita per il mio punto di vista, o magari sono strana io, eh!

Vi pare ancora una cosa sconveniente? Una roba terribile e demoniaca da censurare? Qualcosa di sporco, depravato, da fissati e maniaci? Forse perché vi confondete con la pornografia. Ah, per carità, io non ho niente contro il sesso solo per puro divertimento, ma quella è un’altra roba ancora. Qui si parla di Sesso all’interno di una coppia che si Ama, di un’unione di due corpi che esprimono tramite l’atto sessuale il loro reciproco Amore, si congiungono a un livello più profondo, perché quando le carezze, i baci, le coccole non bastano più, occorre fondersi totalmente l’uno nell’altra, l’una con l’altro. Occorre essere uno dentro l’altra, non più solo mentalmente, ma questa appartenenza e fusione spirituale si manifesta con una compenetrazione fisica. La penetrazione corporea non è altro che l’espressione materiale, fisica di una compenetrazione simbolica e mentale. Ok, ok, con queste ultime frasi forse sono finita un po’ nell’astratto e nel filosofico, ma credo che abbiate capito il concetto, o comunque avrò modo di approfondirlo con altri articoli più esemplificativi e meno generali. Prendetela come introduzione, dopotutto mi pare di aver già messo molta carne al fuoco: l’educazione sessuale, la pornografia, la sintonia mentale e spirituale, l’intesa sessuale…

Cosa ne pensate? Lasciatemi i vostri commenti, obiezioni e/o suggerimenti. Volete che tratti o approfondisca determinati argomenti? Qualcosa non vi è chiaro? Discutiamone! 🙂

 

Finalmente inauguro “Le Mille e Una Notte” con il mio primo articolo. E’ notte fonda, e io sto lavorando al PC da ore per dare un aspetto degno a questo blog, per fornirgli un’anima e una personalità che mi rappresenti e che rappresenti il contenuto di cui tratterò. Se avete letto la mia pagina di presentazione, avrete capito che lo scopo di questo blog è parlare del Vero Amore. Capire cos’è innanzitutto, cosa niente affatto scontata, e poi imparare e capire come raggiungerlo o trovarlo. O anche solo riconoscerlo, perché potreste avercelo sotto il naso e non rendervene conto.

Questo blog nasce in un modo un po’ strano, forse perché leggendo in giro materiale sull’argomento, mi rendo conto di quanto si sappia davvero poco e soprattutto quante convinzioni errate abbia la gente a riguardo. C’è davvero troppa confusione: dalla TV al sentire comune, alla cultura dominante, ovunque imperversano messaggi contrastanti. Da una parte c’è il modello romance, ovvero quell’amore passionale e spregiudicato, tipico dei romanzi rosa, harmony o chick-lit, una passione fugace e insensata, che fa molto appeal, fa battere il cuore sì, ma è tutto fumo e niente arrosto; dall’altra parte, nella cultura più “adulta” diciamo, spopola il modello stabile: un amore duraturo -forse!- ma con la passione ridotta ai minimi sindacali, se non addirittura inesistente, non a caso si parla di amore maturo, in realtà si intende amicizia, affetto e “si vive insieme perché ci si sopporta e fa comodo così”. Vi do una notizia: il Vero Amore non è questa roba qua, entrambi i modelli sono errati, questi sono amori con la a minuscola. L’Amore (con la A maiuscola) è un’altra cosa.

Ma nessuno ne parla mai, né lo rappresenta, tramite il cinema o la letteratura, forse perché quasi nessuno ha/ha avuto la fortuna di provarlo. Già, la gente non ne parla perché non saprebbe cosa dire, visto che non ha idea di cosa sia. Non solo non lo ha mai sperimentato in prima persona, ma non ha neppure mai avuto vicino esempi concreti di cosa sia, non ha modelli di riferimento a cui ispirarsi.

Poco sopra ho scritto “non ha la fortuna”, ma non è fortuna, o forse un pochino sì, ma la maggior parte dello sforzo consiste nel cercarlo nel modo giusto, avere il giusto atteggiamento mentale e predisposizione, e saperlo riconoscere, sapere cosa cercare, sennò rischi che ti passa sotto il naso e non lo vedi, mentre tu sei intento a svolazzare dietro alle farfalle. Se avessi incontrato la mia dolce metà a vent’anni probabilmente non mi sarebbe piaciuto e forse nemmeno a 25 se prima non avessi preso una bella batosta che mi ha aperto gli occhi e mi ha fatto capire che stavo cercando nella direzione sbagliata. Perché se per cercare i rapaci scavi sotto terra anziché alzare gli occhi al cielo, troverai delle gran talpe ma ti perderai l’aquila reale che sta volando sopra la tua testa!

Il Vero Amore
CIF: B123456789
-
CP: - - (-)
Tel: VeroAmore1001

sharazad@mille-una-notte.com